CAMPIONATO ITALIANO MX FAENZA

CAMPIONATO ITALIANO MX FAENZA

Campionato Italiano Mx Round 1 Faenza.

Finalmente si torna dietro al cancello di partenza, Faenza è il palcoscenico di questa ripartenza della stagione 2020.

La pista romagnola dal fondo duro e polveroso ha visto la partenza del Campionato Italiano, il team Honda Racing Assomotor si presenta con Stephen Rubini e Mirco Raspanti.

Rubini nella Mx2 ha voluto essere presente per riprendere confidenza con la gara e continuare la preparazione in vista della tripla gara in Lettonia. Stephen nel gruppo della Mx2 ottiene il sesto tempo assoluto.

Nel campionato Italiano vengono qualificati per le due gare i 20 migliori piloti della Mx2 e i 20 piloti della Mx1.

Al via della prima manche Rubini alla prima curva non riesce a trovare lo spiraglio giusto e rimane bloccato a centro gruppo ma grazie ad un buon ritmo e con diversi sorpassi chiude al 13° posto.

Nella seconda manche Stephen cerca una migliore partenza, sul lungo rettilineo di partenza la 250 è penalizzata contro le grosse 450, il francese mette in scena un’altra buona prestazione ma senza esagerare per non commettere errori passando sotto la bandiera a scacchi ancora in 13° piazza.

Nella classifica della Mx2 Stephen Rubini ottiene la quinta posizione.

Mirco Raspanti che ha corso nella Fast Mx2 ritorna alle gare dopo un lungo stop forzato. Mirco che si è qualificato per la finale B ha messo in scena un’ottima seconda manche con una partenza incredibile che lo ha portato nelle prime posizioni, purtroppo la condizione fisica non è ancora al top ed ha dovuto alzare il ritmo perdendo alcune posizioni.

 

Il team Honda Racing Assomotor continua il lavoro di preparazione in vista delle prime tre gare di mondiale che prenderanno il via il 9 Agosto a Kegums.

Alfredo Bevilacqua.”Siamo ripartiti e le aspettative sono state rispettate, Rubini ha dimostrato un buon passo di gara in linea con i piloti che incontrerà nel mondiale, cercando anche di non ritrovarsi immischiato in cadute o contatti con altri piloti evitando rischi inutili in questa fase. Anche il rientro di Raspanti, dopo una lunga pausa forzata, lo ha visto gareggiare con tempi interessanti ma soprattutto ha potuto testare nuovi particolari montati sulla sua moto, che verranno adottati in futuro sulle moto del mondiale. Ora concentrati per l’inizio del mondiale in Lettonia.”

 

Italian Championship Mx Round 1 Faenza.

Finally we go back to the starting gate, Faenza is the stage for this restart of the 2020 season.

The Romagna track with a hard and dusty bottom has seen the start of the Italian Championship, the Honda Racing Assomotor team introduces itself with Stephen Rubini and Mirco Raspanti.

Rubini in the MX2 wanted to be present to regain confidence with the race and continue preparation in view of the triple race in Latvia. Stephen in the Mx2 group gets the sixth fastest time.

In the Italian championship, the 20 best Mx2 riders and the 20 Mx1 rides are qualified for the two races.

At the start of the first heat Rubini at the first corner cannot find the right glimmer and remains stuck in the middle of the group but thanks to a good rhythm and with several overtaking he closes in 13th place.

In the second heat Stephen looks for a better start, on the long straight of the start the 250 is penalized against the big 450, the Frenchman stages another good performance but without exaggerating not to make mistakes by passing under the checkered flag still in 13th square.

In the Mx2 classification Stephen Rubini takes fifth place.

Mirco Raspanti who raced in the Fast Mx2 returns to the races after a long forced stop. Mirco, who qualified for the final B, staged an excellent second heat with an incredible start that brought him to the top positions, unfortunately the physical condition is not yet at the top and he had to raise the pace by losing some positions.

 

The Honda Racing Assomotor team continues the preparatory work in view of the first three world races which will start on August 9th in Kegums.

Alfredo Bevilacqua. ”We started again and the expectations were respected, Rubini showed a good race pace in line with the drivers he will meet in the world championship, also trying not to get involved in falls or contacts with other drivers avoiding unnecessary risks at this stage .Even the return of Raspanti, after a long forced break, saw him compete with interesting times but above all he was able to test new details mounted on his bike, which will be adopted in the future on the bikes of the world championship. Now focus on the start of the World Campionship in Latvia. “

Leave a Comment