MOTOCROSS WORLD CHAMPIONSHIP OF BELGIUM

MOTOCROSS WORLD CHAMPIONSHIP OF BELGIUM

Lommel viene chiamata anche l’inferno di sabbia e anche in questa edizione 2019 la pista si è dimostrata all’altezza della sua fama.

Il Belgio doveva essere la gara di casa di Brent Van Doninck e nelle prove libere ha fatto vedere di essere in forma andando a far segnare il terzo tempo assoluto, purtroppo nel corso dei primi giri delle qualifiche Brent è caduto rovinosamente e sono dovuti intervenire i medici, fortunatamente dopo il trasporto in ospedale non si sono riscontrategravi lesioni ma i medici hanno voluto precauzionalmente tenerlo fermo non dandogli il benestare per le gare di domenica.

Mathys Boisramè ancora debilitato dal virus intestinale preso nelle gare in Indonesia ha stretto i denti mettendo in mostra una buona prestazione su di un terreno a lui non favorevole.

Nella manche di qualifica dopo una buona partenza è riuscito a tenere un buon ritmo andando a chiudere in decima posizione.

La giornata di domenica ha evidenziato un caldo anomalo per il Belgio rendendo ancora più difficile e complicata la gara.

Mathys è partito molto bene all’abbassarsi del cancello riuscendo a inserirsi nella top ten, posizione tenuta fino a metà gara, Boisramè ha dovuto alzare il ritmo a causa della condizione fisica non ottimale chiudendo 14°.

In gara 2 Mathys ha messo in scena un’altra buona partenza riuscendo ad entrare nel gruppo dei migliori, anche in questa seconda manche Boisramè ci ha provato a tenere altoil ritmo ma a metà sessionedi gara causa il gran caldo e la sua condizione non ancora al top non ha potuto fare meglio della 15° piazza finale.

Nel Campionato Europeo Stephen Rubini sapeva di dover correre su di un terreno a lui non congeniale e doveva difendersi dagli attacchi dei suoi avversari.

Rubini nelle qualifiche ha fatto vedere di poter stare nelle posizioni alte di classifica ed ha ottenuto il quarto tempo.

In gara 1 Stephen non è riuscito a partire bene perdendo diverse posizioni nelle prime curve, il pilota francese con un ottimo ritmo è riuscito a recuperare fino alla quarta posizione.

Nella seconda manche Rubini ancora una volta non è scattato bene all’abbassarsi del cancello e nella prima parte di gara ha cominciato la sua rimonta, purtroppo è stato vittima di una brutta caduta che gli è costata una botta alla mano sinistra. Stephen ha finito la manche accusando molto dolore e non ha potuto ottenere un buon risultato chiudendo 13°

Stephen ora è secondo in campionato e si giocherà il titolo nell’ultima gara in Svezia a fine agosto.

Alfredo Bevilacqua team Manager MX2:”Si è concluso il Gp del Belgio, gara di casa per Brent, nelle libere ha fatto segnare un ottimo tempo purtroppo nelle qualifiche per colpa di una brutta caduta è stato trasportato in ospedale per accertamenti e non ha avuto il benestare per correre la domenica. Mathys non ancora al 100% dopo il virus contratto in Indonesia non è riuscito ad esprimersi al meglio, non ha concluso nella top ten come speravo ma non ha mollato e ha messo in mostra due buone gare su di un fondo a lui non congeniale. Adesso ci riposiamo un fine settimana per presentarci a Imola per il Gp di casa.”

Francesco Maifredi team Manager EMX250:”Nulla è perduto! Manca ancora una gara anche se i punti sono tanti e in Svezia possiamo giocarci le nostre carte. In gara 1 Stephen ha ottenuto un buon risultato con un buon ritmo, nella seconda manche la caduta ha cambiato tutto. In Svezia cercheremo di fare il massimo per recuperare il distacco. Rimaniamo concentrati fare il massimo come abbiamo fatto fino ad ora e crederci fino alla fine.”

Lommel is also called the hell of sand and even in this 2019 edition the track proved to live up to its reputation.

Belgium was to be Brent Van Doninck’s home race and in free practice he showed that he was in good shape going to score the third fastest time, unfortunately during the first laps of qualifying Brent fell ruinously and the doctors had to intervene , fortunately after transport to the hospital no serious injuries were found but the doctors wanted to keep it in a safe place, not giving it approval for Sunday’s races.

Mathys Boisram is still weakened by the intestinal virus caught in the races in Indonesia, he gritted his teeth and showed a good performance on unfavorable ground.

In the qualifying heat after a good start he managed to keep a good pace going to close in tenth position.

Sunday marked an abnormal hot for Belgium, making the race even more difficult and complicated.

Mathys started very well as he lowered the gate and managed to fit into the top ten, a position he held until the middle of the race, Boisramè had to raise his pace due to his poor physical condition, closing 14th.

In race 2 Mathys staged another good start, managing to join the group of the best, even in this second race Boisramè tried to keep up the pace but in the middle of the race session caused the heat and his condition did not still at the top he couldn’t do better than the 15th place finish.

In the European Championship Stephen Rubini knew he had to run on a terrain that was not congenial to him and had to defend himself against the attacks of his opponents.

Rubini in qualifying showed that he could be in the top rankings and got the fourth fastest time.

In race 1 Stephen failed to get off to a good start losing several positions in the first few corners, the French driver managed to recover to the fourth position with a good pace.

In the second heat Rubini once again did not start well when the gate was lowered and in the first part of the race he began his comeback, unfortunately he was the victim of a bad fall which cost him a blow to his left hand. Stephen finished the race with a lot of pain and could not get a good result by closing 13th

Stephen is now second in the league and the title will be played in the last race in Sweden at the end of August.

Alfredo Bevilacqua MX2 Manager team: “The Belgian GP ended, Brent’s home race, in free practice he did set a great time unfortunately in qualifying due to a bad fall he was taken to the hospital for tests and he didn’t have the approval to run on Sunday. Not yet 100% Mathys after the virus contracted in Indonesia he failed to express himself at best, he did not finish in the top ten as I hoped but he did not give up and showed two good races on a fund that was not congenial to him. Now we rest a weekend to present ourselves at Imola for the home GP. “

Francesco Maifredi EMX250 Team Manager: “Nothing is lost! There’s still a race to go even though there are so many points and in Sweden we can play our cards. In race 1 Stephen achieved a good result with a good rhythm, in the second race the fall changed everything. In Sweden we will try to do our best to recover the gap. We remain focused and do our best as we have done so far and believe in it to the end. “

Leave a Comment