MXGP of RUSSIA

MXGP of RUSSIA

GP n. 6  Russia.

Il sesto appuntamento del Mondiale Motocross si è svolto in Russia, pista velocissima e poco tecnica dove i piloti hanno fatto fatica a trovare il varco giusto per cercare di compiere i sorpassi.

Nella qualifica della MXGP Arminas Jasikonis a causa di un problema tecnico causato da un sasso, ha dovuto ritirarsi. Petrov ha cercato di conoscere le insidie della pista senza prendere grandi rischi che avrebbero compromesso l’week end di gara.

Arminas in gara 1 non aveva una posizione al cancello delle più favorevoli ma ha comunque dimostrato di poter competere con i migliori.

Jasikonis dopo una grandissima partenza dove al primo giro riusciva a transitare quindicesimo con una manche tutta all’attacco ha conquistato un ottimo decimo posto. Petrov non è riuscito a partire bene e si è trovato rallentato a centro gruppo. Inuna pista dove era molto facile sbagliare Petar ha cercato di non commettere errori ed ha concluso 17°.

In gara 2 Jasikonis ha provato a ripetere la bellissima prova della prima manche ma la pista era diventata monotraiettoria e se si cercava uscire dalla traccia si rischiava di incappare in errori fatali che avrebbero pregiudicato il g, per questomotivo il forte pilota Lituano ha dovuto faticare per superare diversi avversari e sotto la bandiera a scacchi ha chiuso in tredicesima posizione.

Petrov purtroppo è stato colpito dalla sfortuna a causa di una pietra che si è incastrata tra la catena e la corona rompendo quest’ultima costringendolo al ritiro.

Nel campionato Europeo fine settimana a due facce per i piloti del Team JR, Boisramé nelle qualifiche ha fatto segnare un ottimo quinto tempo assoluto, il francese si è subito torvato a suo agio sulla pista russa. Alberto Forato ha faticato a trovare il giusto assetto per la sua Honda ed ha concluso le prove 15°

Al via della prima manche Mathys è partito fortissimo girando la prima curva in seconda posizone ma nel corso dei primi giri è incappato in due cadute che lo hanno relegato negli ultimi posti, Boisramé con una rimonta fenomenale ha chiuso ottavo.

Forato dopo una buona partenza ha cominciato a inanellare giri veloci riuscendo a rimontare fino al settimo posto.

In gara 2 la sfortuna non ha abbandonato Boisramé, un avversario è caduto davanti a Mathys costringendolo a ripartire 21° ma con un’altra grande rimonta ha chiuso in 13° piazza.

Forato è stato incredibile nella seconda gara, ottima partenza e ritmo indivolato che lo ha proiettato nelle parte alte della classifica, Alberto ha chiuso quarto e non è riuscito a salire sul podio per pochi punti. Dopo questi buoni risultati il team si prepara per la prossima gara in Latvia tra quindici giorni.

Alfredo Bevilacqua commenta così la gara:”Week end contrastato da alcuni problemi dovuti alla natura del terreno sassoso e molto difficile.I piloti, nonostante una qualifica non facile, in gara hanno dato il 101% come pure la squadra per cui sono contento del risultato che piano piano ci fa risalire in classifica generale conquistando punti molto importanti.”

Francesco Maifredi commenta così la gara:”Gara complicata, in ogni caso portiamo a casa punti importanti. Mathis ha dimostrato ancora una volta che può lottare per il titolo, i tempi sono dalla sua, peccato per le cadute. Un ritrovato Alberto Forato, ha guidato bene sia in gara 1 che in gara 2, recuperando molte posizione, capace di chiudere al quarto posto. In conclusione sono molto soddisfatto dell’ impegno e dei risultati che stiamo raccogliendo, adesso massima concentrazione e tanto lavoro in vista delle prossime gare.”

 

GP n. 6 Russia.

The sixth appointment with the Motocross World Championship was disputed in Russia. The layout of the track was very fast and not particularly technical, nevertheless riders struggled while trying to overcome rivals.

Arminas Jasikonis had to retire from the MXGP qualifying because of a technical problem caused by a stone. Petrov tried to discover the tricks hidden in the circuit but didn’t risk making any mistake which could have compromised the whole racing weekend.

In Race1 Arminas’ starting position from the gate wasn’t so auspicious, however he proved he can be up with the bests.

Jasikonis made a stunning start by riding his motorbike to the 15th spot in the first lap and eventually ended up 10th after pushing hard. Petrov faced a difficult start and had to slow down after finding himself in the center of the pack. Considering the insidious track, Petar decided to avoid any possible mistake and classified 17th.

In Race2 Jasikonis tried to repeat the sensational performance of the first moto, however the track had just one trajectory and it was easy to make fatal mistakes when trying to change course. The Lithuanian racer struggled a lot to overcome rivals and took the chequered flag in 13th position.

Petrov was hounded by bad luck; a stone got stuck between the chain and the crown braking it, so that he was forced to retire.

Both riders of the JR Team faced the appointment with the European Championship coming home with two different results. Boisramé set an excellent fifth time in the qualifying session, feeling good to ride on the Russian track. On the other hand, Alberto Forato struggled to find the best set-up for his Honda machinery and qualified 15th.

Mathys made a demon start in the first moto by riding his motorbike to the second spot. Unfortunately he suffered two crashes in the first laps which made him slip back through the field. Boisramé rode a storming session and classified eighth.

Forato’s good start gave him a burst of confidence, in fact he pushed hard and worked his way up till the seventh place.

Boisramé had a stroke of bad luck also in the second moto, where a rival crashed right in front of Mathys forcing him to star again from the 21st position. The racer pushed really hard so he could classify 13th.

Forato was astonishing in the second moto and through an excellent start he pulled away to reach the top of the standings. Alberto ended up fourth and slightly missed the podium, just for a matter of a few points. After achieving such great results, the Team is now ready for the next race which will take place in Latvia in 15 days.

Alfredo Bevilacqua commented the race: “It was a controversial week-end due to track conditions, which were particularly rocky and demanding. After a tough qualifying session, riders did more than their best giving their 101%, as well as the whole team. I feel happy with the result and little by little we’ll climb the overall standings conquering very important points”.

 

Francesco Maifredi stated: “Even though it was a hard race, we came home with important points. Mathys proved once again he can battle it out for the title and time is on his side, too bad for those crashes. Alberto Forato is finally back; his performance was good both in Race1 and 2, in fact he recovered several positions and classified fourth. I’m very pleased with the effort and results we’re collecting. Now we’re focused and ready to work really hard looking forward the next races”.

Leave a Comment